Corso di giornalismo Glocal: intervento conclusivo di Massimo Carraro.

Il corso di giornalismo “Glocal” che vi annunciammo a suo tempo si è svolto secondo il programma, nel corso di questi mesi, ed è arrivato pochi girni fa al suo incontro conclusivo.

Come sempre con il coordinamento e la supervisione di SempioneNews, fautore dell’iniziativa, la sessione finale del corso ha visto la partecipazione di un ospite un po’ particolare, che è stato invitato non tanto per le competenze giornalistiche – non si tratta infatti di un giornalista – ma per una testimonianza di comunicazione, in ambito locale e globale, nello spirito appunto “glocal” di questa serie di eventi formativi.Corso di giornalismo da Legnano Coworking

Stiamo parlando di Massimo Carraro, fondatore di Rete Cowo®, il Network di riferimento del nostro spazio, oltre che di un altro centinaio in tutta Italia, dal 2008 soggetto centrale nell’emergente mercato del Coworking, e infaticabile divulgatore sull’argomento.

Max, come lo chiamiamo tutti, ha parlato per circa un’ora della funzione molto rilevante della comunicazione in tutta la strategia Cowo®, fin dagli albori.

Il racconto – svolto con la passione di chi ha vissuto in prima persona tutte le fasi, non solo strategiche ma anche operative, di questo lungo lavoro – si è articolato in una prima parte, dedicata agli inizi del progetto, ed una seconda fase, focalizzata invece sulla realtà odierna del Network e relative strategie di comunicazione.

Nella prima parte del discorso, Max ci ha parlato delle primissime scelte di comunicazione relative allo spazio “master” di Milano Lambrate, quello che sarebbe poi diventato la sede della Rete nazionale, dalla scelta della piattaforma per il sito (un blog WordPress) all’attenzione nell’individuazione del dominio giusto e all’approccio di fondo, improntato al racconto – coerente e attento – dell’esperienza. (qualche anno dopo qualcuno avrebbe iniziato a chiamare tutto questo “storytelling”).

Tutte scelte che hanno portato, gradualmente, a una notorietà sempre più importante, anche grazie alla cura con cui il team Cowo® – che cresceva negli anni con il crescere del Network – ha sempre gestito le attività di comunicazione (comprendendo in queste anche l’ufficio stampa e la gestione dei rapporti con i media, che a più riprese hanno dato visibilità al progetto Cowo® con pubblicazione di notizie e servizi giornalistici dedicati).

Venendo poi alla situazione attuale, Carraro ha richiamato l’attenzione su quelle che sono le leve fondamentali della comunicazione Cowo® di questi anni:

  • Geolocalizzazione
  • Relazione
  • Reputazione

Come si vede, il tema del corso – il giornalismo “glocal”- riemerge prepotentemente laddove la strategia di comunicazione del Network Cowo® si richiama a un criterio di Geolocalizzazione (ecome potrebbe essere altrimenti, per un servizio come il Coworking, legatissimo al territorio in cui viene proposto)?

Il discorso ha anche toccato il tema della geolocalizzazione visto in termini di web marketing, e Max ha ricordato come la giusta proposizione di un’attività economica sul web non possa trascendere da un’attenzione importante verso i servizi e le piattaforme di geolocalizzazione.

Giornalismo glocal da Legnano CoworkingQuesto anche in virtù del crescente utilizzo, a tutti i livelli, dei device mobili quali smartphone e tablet, che ovviamente sono coinvolti in modo specifico dalle opzioni di geolocalizzazione.

Relazione e Reputazione, infine, sono due concetti che vanno strettamente a braccetto, coniugando aspetti online e offline, in quanto sia le relazioni sia gli atti che costruiscono una reputazione (positiva o negativa) passano attraverso il contatto diretto, personale, per poi trovare declinazioni e applicazioni online.

Commenti, informazioni, note – oltre che recensioni – sono infatti pane quotidiano per chiunque utilizzi il web per proporre (o acquistare) servizi e prodotti.

Per concludere, il gruppo di lavoro ha condiviso alcuni dati statistici relativamente al “geolocal” che evidenziavano come sia sempre più importante il collegamento con il territorio, in ogni tipo di comunicazione.

Dal punto di vista del marketing, ha fatto riflettere l’informazione – recentemente divulgata, e riportataci a LegnanoCoworking da Max – che l’80% degli acquisti viene effettuato dalle persone nel raggio di 2 km dalla propria abitazione. 

Un’evidenza che fa capire quanto sia importante comunicare correttamente, prima di tutto verso il proprio ambiente, cosa ancor più rilevante se si parla di un servizio strettamente territoriale come il Coworking.

L’incontro con Max è stata anche l’occasione di incontrare il Cowo® Manager dello spazio Coworking di Lugano, Davide Proverbio, che si è unito a noi per l’occasione, permettendoci di conoscere anche la sua iniziativa di Coworking in territorio Svizzero.

Grazie per questa bella chiacchierata, e grazie a SempioneNews per aver portato un corso così interessante qui a LegnanoCoworking!

Corso di giornalismo a Legnano